ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Datagate: Scotland Yard "vite a rischio se divulgati file Miranda"

Lettura in corso:

Datagate: Scotland Yard "vite a rischio se divulgati file Miranda"

Dimensioni di testo Aa Aa

I file contenuti nelle apparecchiature di David Miranda potrebbero mettere a rischio vite umane.

Ne è convinta Scotland Yard che decreta la nascita di un nuovo protagonista nello scandalo Datagate: il compagno del giornalista del Guardian, Glenn Greenwald. Sul computer di Miranda, fermato il 18 agosto all’aeroporto di Heathrow, sarebbero state trovate informazioni tanto importanti da procedere all’apertura di un’inchiesta da parte dell’anti-terrorismo. Gli inquirenti avranno un accesso al materiale limitato nel tempo.

“Il ministero degli Interni e la polizia hanno sette giorni per provare che non vi è una vera e propria minaccia alla sicurezza nazionale”, ha confermato l’avvocato del giornalista brasiliano, Gwendolen Morgan.

Greenwald, aiutato da Miranda, lo scorso giugno rivelò le informazioni fornitegli da Edward Snowden sul programma segreto d’intercettazione ‘Prism’, condotto dai servizi segreti degli Stati Uniti.

Il caso Miranda ha aperto un dibattito a Londra sulla libertà di stampa. Dibattito oggetto anche di indagine: Scotland Yard, infatti, indaga circa eventuali pressioni fatte del governo sul direttore del Guardian.