ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tribunale blindato in Cina per l'avvio del processo a Bo Xilai

Lettura in corso:

Tribunale blindato in Cina per l'avvio del processo a Bo Xilai

Dimensioni di testo Aa Aa

Uno schieramento di forze dell’ordine imponente accompagna il processo apertosi, in Cina, a carico di Bo Xilai. L’ex leader del Partito Comunista accusato di corruzione, malversazione e abuso di potere rischia in linea teorica la pena capitale benchè sia poco probabile che il tribunale di Jinan, nell’Est del Paese, arrivi a tale decisione.

A complicare la sua posizione facendolo cadere in rovina due anni fa l’omicidio di un consulente britannico per il quale sono stati condannati la moglie e l’ex braccio destro.

Xilai, 64 anni, ‘Principe Rosso’ figlio di un eroe della rivoluzione, ha scalato le gerarchie del partito e ha sconfitto le mafie all’epoca del suo incarico di segretario nella città di Chingqing dove attuò profonde riforme sociali fino a entrare in rotta di collisione con la linea di Pechino. I sostenitori considerano il suo un processo politico.

La giustizia cinese lo ha messo in detenzione preventiva a marzo dell’anno scorso e ora promette un processo lampo, da uno a due giorni. La senteza dovrebbe arrivare a settembre.