ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: ancora bombe sui sobborghi di Damasco. L'Onu chiede chiarezza sull'uso di armi chimiche.

Lettura in corso:

Siria: ancora bombe sui sobborghi di Damasco. L'Onu chiede chiarezza sull'uso di armi chimiche.

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora bombe, ancora sangue in Siria. Le Forze Armate del presidente Bashar al-Assad hanno bombardato stamattina i dintorni di Damasco. Soltanto ieri razzi e artiglieria pesante hanno colpito i sobborghi orientali di Jobar e Zamalka. Secondo l’opposizione le vittime sarebbero tra le 500 e le 1.300 persone e l’esercito avrebbe addirittura usato armi chimiche.

Ora l’Onu vuole fare chiarezza su unpresunto uso di gas contro i civili da parte di entrambi gli schieramenti. Al momento il Consiglio di Sicurezza non ha esplicitamente chiesto un’inchiesta ma ha assicurato che verrà condotta un’indagine imparziale su quanto accaduto. “Tutti i membri del Consiglio, sottolinea il Presidente di turno, l’argentina Maria Cristina Perceval, concordano che l’uso di armi chimiche è da considerarsi sempre e comunque, una violazione del diritto internazionale”.

Gli ispettori Onu, arrivati domenica in Siria per indagare su altri simili episodi, sono già al lavoro nei luoghi dove sarebbero avvenuti i massacri. Sarà un’indagine imparziale assicura il Segretario Generale Ban Ki moon mentre cresce la preoccupazione tra i Quindici. Intanto gli Stati Uniti sembrano non avere quasi piu’ dubbi: Assad e i suoi fedelissimi avrebbero utilizzato davvero il gas sui civili.