ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mercati emergenti, un altro crollo per azioni e valute

Lettura in corso:

Mercati emergenti, un altro crollo per azioni e valute

Dimensioni di testo Aa Aa

È stata un’altra giornata di turbolenza per i mercati dei Paesi emergenti. La raffica di vendite scatenata dell’imminente fine del programma di liquidità della Fed americana ha spinto ancora una volta i titoli azionari e le valute al ribasso.

La rupia indiana ha toccato il nuovo record minimo rispetto al dollaro, 65 rupie per un dollaro. Situazione simile per la lira turca, con la Banca centrale di Ankara che annuncia la vendita di 350 milioni di dollari per sostenere la sua moneta.

Sono lontani i tempi in cui si favorivano le svalutazioni per aiutare le esportazioni. Dalla fine del mese di aprile a quella del mese di luglio, in soli tre mesi, la banca centrale indonesiana ha perso il 13,% delle sue riserve di valuta estera, seguita da quella della Turchia, 12,7%, e da quella indiana, 5,5%.

Tutto per colpa della fuga dei capitali e degli interventi sui mercati delle valute. Con il risultato che, in totale, le riserve d’emergenza delle banche centrali dei Paesi emergenti sono calate di 81 miliardi di dollari da maggio.