ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Wikileaks, 35 anni alla talpa Bradley Manning

Lettura in corso:

Wikileaks, 35 anni alla talpa Bradley Manning

Dimensioni di testo Aa Aa

Trentacinque anni di carcere e il congedo con disonore dall’esercito. Questa la sentenza della corte marziale di Fort Meade nel Maryland contro Bradley Manning.

Il giovane ufficiale statunitense è stato ritenuto colpevole di aver inoltrato oltre 700.000 documenti contenenti segreti militari e politici a Wikileaks.

L’organizzazione di Julian Assange ha risposto alla sentenza pubblicando nuovi documenti criptati.

Assolto dall’accusa più grave di connivenza con il nemico, per la quale era previsto l’ergastolo Manning è stato comunque ritenuto di colpevole di circa 20 capi d’imputazione, alcuni dei quali in aperta violazione delle leggi statunitensi sullo spionaggio

Un verdetto pesante quello della corte del Maryland che ha già diviso in due l’opinione pubblica americana, tra chi ha eretto Manning a eroe e chi, invece, lo crede un traditore degli Stati Uniti.