ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Schäuble: la Grecia avrà bisogno di altri aiuti

Lettura in corso:

Schäuble: la Grecia avrà bisogno di altri aiuti

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi greca dilaga nella campagna elettorale in Germania. Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble ha ammesso per la prima volta che ad Atene servirà un terzo piano di aiuti internazionali. Un grosso rospo da ingoiare per l’elettorato, le cui preoccupazioni per l’economia tengono banco a un mese dal voto.

“Abbiamo dovuto fare qualcosa di unico – precisa Schäuble – per la Grecia: una riduzione del debito di più del 50 per cento, del 53 per cento. Ma non c‘è ragione per una seconda riduzione del debito. Ci dovrà essere un nuovo programma di aiuti di altro tipo alla Grecia. Questo è stato detto da tempo al pubblico e al Parlamento.”

L’affermazione dell’esponente della CDU può mettere in difficoltà la leader del partito, Angela Merkel, che si era finora mostrata vaga sulla questione.

Il socialdemocratico Peer Steinbrück ha invitato la cancelliera ad ammettere che la solidarietà alla Grecia, pur giusta, avrà un prezzo per la Germania.

Critiche anche da Alternativ für Deutschland, un nuovo partito cui i sondaggi attribuiscono una percentuale minima, ma che secondo alcuni potrebbe rappresentare la sorpresa delle elezioni.

Il loro leader Bernd Lucke, indicando i partecipanti a una loro manifestazione, commenta: “Sono queste le persone normali, i contribuenti preoccupati per il loro futuro economico a causa del pesante debito di altri Stati che ci sobbarchiamo e che potrebbe esporci ad ostacoli economici insormontabili.”

Alternativ für Deutschland chiede l’abolizione dell’euro e il ritorno al marco. La metà dei tedeschi pensa che l’adozione della moneta unica sia stata un errore.