ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Palestinese segnala bug Facebook su bacheca Zuckerberg

Lettura in corso:

Palestinese segnala bug Facebook su bacheca Zuckerberg

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiama Khalil Shreateh, è un programmatore palestinese disoccupato e, dopo svariati tentativi di segnalare a Facebook un bug che permette agli hacker di postare messaggi sul profilo altrui, ha sfruttato il bug stesso lasciando un messaggio a Mark Zuckerberg in persona.

“In effetti sono fiero, come palestinese, di avere scoperto questa falla di Facebook” dice Khalil. “Proprio io per primo al mondo, un palestinese che si accorge del difetto di una enorme azienda”.

Forse a causa dell’inglese non impeccabile di Khalil sono rimaste senza risposta varie e-mail inviate al team di Facebook. L’azienda ha un programma che, dietro pagamento di una ricompensa base di 500 dollari, invita gli utenti a segnalare i malfunzionamenti. Paradosso dei paradossi: la creatura di Zuckerberg, ovviamente costretta a rendersi conto del bug postato sul muro del suo fondatore, rifiuta di pagare Khalil…perchè ha violato le norme di privacy del social network.