ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le due giovani inglesi fermate a Lima con l'accusa di traffico di droga. Al via oggi il processo.

Lettura in corso:

Le due giovani inglesi fermate a Lima con l'accusa di traffico di droga. Al via oggi il processo.

Dimensioni di testo Aa Aa

Compaiono oggi davanti alla Corte di Lima le due ragazze inglesi arrestate due settimane fa in Perù con l’accusa di traffico di droga. Per la polizia locale Michaella McCollum e Melissa Reid, avrebbero nascosto la cocaina nei loro bagagli. L’unica prova pero’ è un video ripreso dalle telecamere di sicurezza interna allo scalo.

“Michaella, spiega il suo avvocato, aveva con sè solo la sua borsa ma non la cocaina, come è stato detto sucessivamente. Non doveva soldi agli spacciatori, non era coinvolta in nessun traffico di droga”.

Rinchiuse da lunedì scorso, le due ventenni sono disperate e si stanno lasciando morire di fame come segno di protesta per affermare la loro innocenza.

“Erano nervose al momento del blitz, dice un agente dell’aeroporto, erano disorientate, inoltre non parlando spagnolo, è stato molto difficile per loro comunicare e fornire delle spiegazioni”.

L’accusa per le ragazze britanniche è gravissima: possesso e contrabbando di sostanze stupefacenti per un valore totale di circa 1,5 milioni di dollari. Se la Corte dovesse giudicarle colpevoli, la pena sarebbe 25 anni di galera da scontare a Santa Monica, una delle prigioni più pericolose del Sud America.