ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia. Ministro Sport difende legge anti-gay

Lettura in corso:

Russia. Ministro Sport difende legge anti-gay

Dimensioni di testo Aa Aa

Polemiche sterili e senza fondamento che non devono proiettare la propria ombra sulle Olimpiadi invernali di Sochi. Così il Ministro Russo dello Sport Vitaly Mutko durante la conferenza stampa conclusiva dei Mondiali di Atletica di Mosca dominati dalle polemiche sulla legge anti-gay voluta dal Presidente Vladimir Putin.

“Lo scopo è proteggere i nostri bambini, le cui menti non sono ancora formate, dalla propaganda degli abusi dell’alcol, della droga e dei rapporti sessuali non tradizionali” ha detto. “Vogliamo che crescano liberi di fare le proprie scelte. Questo è lo scopo della legge e benvenuti in Russia e a Sochi! Lasciatemi dire una volta di più che qui ogni diritto e libertà dei cittadini sarà salvaguardato, che qui non ci sarà alcun tipo di discriminazione”.

Le parole del Ministro riescono a malapena a coprire il dibattito sulla legge che punisce la propaganda omosessuale in presenza di minori, come recita il testo votato in giugno. Un dibattito amplificato dal bacio sulle labbra che le staffettiste russe si sono scambiate sul podio di Mosca e interpretato come una critica assai poco velata al Cremlino. Gli occhi sono ora puntati sui giochi d’inverno che si terranno a Sochi, sul Mar Nero, nel Sud della Russia, dal 7 al 23 febbraio prossimi.