ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone, lo yen debole spinge la bilancia commerciale in passivo

Lettura in corso:

Giappone, lo yen debole spinge la bilancia commerciale in passivo

Dimensioni di testo Aa Aa

Rilanciare la crescita ha i suoi pro e contro. Con l’arrivo dei dati sul commercio estero di luglio il Giappone scopre gli effetti delle politiche di deprezzamento dello yen inaugurate a novembre.

Il maggior costo dei beni in arrivo da oltremare ha portato, infatti, ad un aumento del valore delle importazioni del 19,6%. Con il risultato di ampliare ulteriormente il deficit della bilancia commerciale a quasi 8 miliardi di euro.

Ma c‘è anche il rovescio della medaglia: le esportazioni, diventate più competitive grazie alla moneta debole, sono aumentate del 12,2%. Un colpo di acceleratore di questo genere non si vedeva dalla fine del 2010.