ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: strage di poliziotti nel Sinai, chiuso il valico di Rafah

Lettura in corso:

Egitto: strage di poliziotti nel Sinai, chiuso il valico di Rafah

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono stati fatti scendere dai due blindati che li trasportavano, messi in riga e poi giustiziati a sangue freddo. Strage di poliziotti in Egitto, nel nord del Sinai. L’attacco, in stile jihadista, è avvenuto vicino ad Abu Taqila. 25 le vittime.

Gli agenti provenivano dal valico di Rafah, al confine con Gaza. Gli assalitori hanno distrutto i bus sparando razzi anticarro. Pochi minuti dopo un ufficiale dell’esercito è stato ucciso da un cecchino ad Al-Arish.

Le autorità egiziane hanno deciso di chiudere il valico di Rafah, riaperto appena due giorni fa, bloccando l’accesso dalla Palestina. Gli elicotteri di Israele – che ha proclamato lo stato di allerta – sorvolano il confine.

“Dico ai miei fratelli che la resistenza palestinese non ha alcun ruolo militare in Egitto: né nel Sinai, né a Rafah o in qualsiasi altro paese arabo”, le parole di Ismail Haniyeh, capo dell’esecutivo di Hamas.

Al Cairo vertice d’emergenza sulla questione Sinai con il presidente Mansour e il generale al Sissi. Mentre dalla Striscia di Gaza arriva l’eco protesta palestinese contro il colpo di Stato in Egitto. Dall’altra parte del confine rimpiangono il Presidente Morsi.