ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: manifestazioni pro-Morsi in Turchia e Israele

Lettura in corso:

Egitto: manifestazioni pro-Morsi in Turchia e Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

L’appello delle organizzazioni islamiste non è caduto nel vuoto. Circa quattromila persone hanno risposto marciando a Istanbul contro il bagno di sangue in Egitto e contro la repressione militare dei sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi.

Un’altra manifestazione, ancora più partecipata, si è tenuta a Konya.

“Siamo qui per i nostri ideali e per sostenere Morsi, che è stato eletto con un voto democratico e trasparente”, dice un manifestante turco, “Qui ci sono persone di ogni provenienza sociale. Ci sono operai e manager”.

Durante un comizio politico a Bursa, Recep Tayyip Erdogan ha criticato il governo egiziano per aver autorizzato l’attacco alla moschea al-Fatah al Cairo.

“Le moschee sono luoghi sacri, eppure le hanno distrutte, come è successo in Siria. Non c‘è differenza fra Abdel-Fattah al-Sisi, il capo dell’esercito egiziano, e il presidente siriano Bashar al-Assad”, ha detto il primo ministro turco che, sotto la presidenza di Mohamed Morsi, ha intensificato i legami con l’Egitto.

Manifestazioni simili anche in Israele, a Nazareth, dove migliaia di persone hanno brandito bandiere egiziane e ritratti di Morsi. Tutto questo mentre il governo israeliano mantiene un silenzio prudente, anche per mantenere buoni rapporti con l’esercito egiziano, con cui coopera contro i gruppi islamisti di base nel Sinai.