ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia blocca le merci dall'Ucraina. Kiev: un atto di ritorsione anti-UE

Lettura in corso:

La Russia blocca le merci dall'Ucraina. Kiev: un atto di ritorsione anti-UE

Dimensioni di testo Aa Aa

Mosca nega di aver dato il via ad una “guerra commerciale” con Kiev, ma di fatto la frontiera fra i due Paesi è diventata difficilmente valicabile per le merci ucraine, su cui si sono intensificati i controlli russi. Lunghe code di tir si sono formate al confine.

La Federazione degli imprenditori ucraini dice che si tratta “di fatto di un congelamento delle esportazioni a tempo indeterminato”, destinato ad arrecare gravi danni all’economia del Paese.

Secondo il primo ministro ucraino Mykola Azarov, il Cremlino sta compiendo un atto di ritorsione, per convincere Kiev ad entrare nell’Unione doganale con Russia, Bielorussia e Kazakhstan.

Per l’Ucraina significherebbe rinunciare alla firma, prevista a novembre, dell’accordo di associazione con Bruxelles, uno dei primi passi per entrare a far parte dell’Unione Europea.

Tutto è cominciato a fine luglio, con il blocco dei prodotti del colosso dolciario ucraino Roshen.

Secondo il servizio federale russo per la difesa dei consumatori, sarebbero stati trovati benzopireni nella cioccolata al latte.

A inizio agosto tuttavia Mosca ha esteso il blocco a tutte le merci dall’Ucraina, perché provenienti da imprese “a rischio”.

Kiev sta valutando se si ricorrere all’Organizzazione Mondiale del Commercio contro la decisione di Mosca. È tuttavia esclusa al momento la possibilità che l’Ucraina ripaghi il vicino con la stessa moneta, congelando le importazioni di merci dalla Russia.