ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Governo egiziano dice no a interferenze dei Paesi esteri

Lettura in corso:

Il Governo egiziano dice no a interferenze dei Paesi esteri

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa dovrà reagire al bagno di sangue in Egitto con un’azione comune decisa. Lo chiedono Regno Unito, Francia, Italia e Germania, che premono perché si tenga al più presto la prossima settimana una riunione straordinaria del Consiglio Affari esteri dell’Unione Europea, per discutere anche della revisione delle relazioni diplomatiche con l’Egitto.

Al Cairo Badr Abdel-Aaty, portavoce del Ministero degli Esteri, respinge ogni responsabilità del governo ad interim nello scoppio delle violenze.

Al microfono di Euronews dichiara: “Chiediamo ai Paesi esteri e a quelli dell’Unione Europea di basare le loro posizioni e le loro dichiarazioni ufficiali su quello che effettivamente succede qui, con gli attacchi terroristici di gruppi armati nelle strade del Cairo e altrove in Egitto al fine di terrorizzare i cittadini”.

ll portavoce ieri aveva espresso “stupore” per le critiche della Turchia all’uso della forza nello sgombero dei sit-in, e aveva ricordato ad Ankara i metodi usati contro i manifestanti di piazza Taksim a Istanbul.

“Quello che noi respingiamo con fermezza è la chiara ingerenza negli affari interni dell’Egitto. Sfortunatamente è quello che si è visto con le dichiarazioni e le azioni delle autorità turche”, conclude Badr Abdel-Aaty.