ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano, leader Hezbollah accusa estremisti siriani per attentato a Beirut

Lettura in corso:

Libano, leader Hezbollah accusa estremisti siriani per attentato a Beirut

Dimensioni di testo Aa Aa

Il leader del movimento sciita libanese Hezbollah si dice pronto a recarsi personalmente in Siria per combattere contro i ribelli, a cui attribuisce la responsabilità dell’attentato di giovedì alla periferia di Beirut.

Parole, quelle di Sayyed Hassan Nasrallah, che minacciano di esacerbare ulteriormente le relazioni tra sunniti e sciiti in Libano, già messe a dura prova dal conflitto siriano.

L’attentato suicida nei sobborghi meridionali di Beirut ha provocato 24 morti e oltre 330 feriti. Nasrallah, che aveva già indicato in Israele il mandante della strage, ha ora accusato esplicitamente i ribelli siriani, di confessione sunnita, in lotta contro il regime di Damasco.

Un’inchiesta è in corso per accertare la responsabilità dell’attacco: il secondo in poco più di un mese in questo quartiere della capitale libanese, roccaforte del movimento sciita, dove venerdì mattina si sono svolti i primi funerali delle vittime.