ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medioriente: si negozia poco convinti

Lettura in corso:

Medioriente: si negozia poco convinti

Dimensioni di testo Aa Aa

Illusioni poche e speranze al lumicino. Offuscati dal via libera alla costruzione di nuovi alloggi israeliani nei territori occupati, all’Hotel King David di Gerusalemme riprendono in tono minore i negoziati di pace per il Medioriente.

A riportare israeliani e palestinesi al tavolo delle trattative, soprattutto la volontà di non passare per sabotatori del dialogo agli occhi di Washington.

Mercoledì la liberazione di una prima tranche di 26 detenuti palestinesi, con cui Israele ha voluto far prova della propria buona volontà a controparte e mediatori statunitensi.

Grande, ovviamente, la festa in Cisgiordania, ma non abbastanza da far dimenticare il via libera della vigilia a nuovi alloggi a Gerusalemme Est.

Un atto ostile secondo gli alti vertici palestinesi, che potrebbe aver già condannato sul nascere, negoziati che si attendevano da ormai tre anni.