ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il bagno di sangue in Egitto preoccupa gli Usa

Lettura in corso:

Il bagno di sangue in Egitto preoccupa gli Usa

Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione al Cairo suscita molta preoccupazione sul fronte internazionale. Gli Stati Uniti criticano lo stato d’emergenza e chiedono il rispetto dei diritti umani. Il segretario di Stato John Kerry auspica che si arrivi presto e pacificamente ad elezioni.

“Gli avvenimenti di oggi sono esecrabili – ha affermato Kerry – e vanno contro le aspirazioni degli egiziani alla pace, all’integrazione e alla vera democrazia. Gli egiziani, nel governo e fuori, devono fare un passo indietro, calmare la situazione ed evitare ulteriori perdite di vite umane.”

In Turchia, migliaia di persone hanno protestato a Istanbul e Ankara contro la repressione al Cairo. Il premier Erdogan ha chiesto l’intervento immediato dell’Onu e della Lega Araba, mentre il presidente Abdullah Gül ha dichiarato: “L’intervento armato sui civili, sui manifestanti, è assolutamente inaccettabile. Qualunque sia la ragione, questa azione potrebbe aprire scenari pericolosi.”

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon condanna fermamente il ricorso alla violenza per liberare le strade dai manifestanti.
L’Unione Europea definisce le notizie sulle vittime ‘‘estremamente preoccupanti’‘.