ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito: strade "inondate" d'arte

Lettura in corso:

Regno Unito: strade "inondate" d'arte

Dimensioni di testo Aa Aa

Abitanti del Regno Unito e turisti non potranno fare a meno di imbattersi in un’opera d’arte nelle prossime due settimane. Far conoscere i capolavori britannici è lo scopo della campagna “Art Everywhere”, l’arte ovunque. Ovvero: al posto dei cartelloni pubblicitari alle fermate degli autobus, nelle stazioni o sulle vie più frequentate.

“Come studentessa di design – commenta una ragazza – trovo ottimo che si veda l’arte per le vie della capitale. È accessibile anche a quelli che di solito non vanno nelle gallerie.”

“Penso sia un’idea fantastica – concorda una donna – ma ho la terribile sensazione che alla fine la pubblicità avrà la meglio.”

Migliaia di spazi pubblicitari sono stati concessi gratuitamente per questa campagna. Il capolavoro dell’Ottocento “The Lady of Shalott” di John William Waterhouse, è stato il più votato dal pubblico sui social network.

“Art Everywhere – spiega Marc Sands, della Tate Gallery – è una di quelle idee brillanti che nascono una volta nell’arco di una generazione. L’idea è molto semplice: si chiede alla nazione di votare le proprie 50 opere d’arte preferite. Si stampano e si mettono su 22.000 cartelloni pubblicitari. Si rovescia il concetto di galleria, ma sulla base di ciò che il Paese ha votato e di ciò che vuol vedere nelle strade.”

L’evento è stato ideato dall’imprenditore Richard Reed. Qualche mese fa, preannunciando l’iniziativa, aveva dichiarato che l’obiettivo era “inondare le strade britanniche di arte”.