ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali, riconciliazione nazionale è la prima sfida per Boubacar Keita

Lettura in corso:

Mali, riconciliazione nazionale è la prima sfida per Boubacar Keita

Dimensioni di testo Aa Aa

In campagna elettorale, Ibrahim Boubacar Keita aveva insistito che la sua priorità sarebbe stata la riconciliazione nazionale. A sessantotto anni, il futuro presidente del Mali dovrà mettercela tutta per riuscirci. Dalla sua gioca l’esperienza del politico navigato, primo ministro dal 1994 al 2000. Ma il paese che si appresta a guidare è reduce dalla crisi più acuta della sua storia recente. Una crisi innescata dal colpo di stato del 22 marzo 2012, in cui viene destituito il presidente eletto Amadou Toumani Touré, accusato di incompetenza nella lotta contro la guerriglia islamica e la ribellione touareg nel nord del paese.

I ribelli touareg e le milizie islamiche approfittano del vuoto di potere per impadronirsi delle principali città del Nord: Kidal, Gao e Timbuctu. A fine giugno, gli islamisiti legati a Al Qaeda si impongono sugli altri gruppi ribelli e affermano di avere ormai il controllo totale del Mali settentrionale. Con il trascorrere delle settimane, si moltiplicano le denunce di abusi e crimini commessi contro le popolazioni locali.

A gennaio, la Francia lancia l’operazione militare Serval per arrestare l’avanzata dei gruppi jihadisti. Con il sostegno dell’esercito del Mali e di altri paesi africani, in meno di un mese i soldati francesi ottengono diversi successi sul campo, senza però neutralizzare del tutto le milizie.

Oltre a tenere d’occhio la minaccia islamica, il futuro presidente Keita dovrà aprire dei negoziati di pace con i ribelli touareg. In base all’accordo raggiunto a giugno, i negoziati dovrebbero iniziare entro due mesi dall’insediamento del nuovo governo.

Emergenze non secondarie sono poi la lotta contro la corruzione e la ricostruzione del paese. Il conflitto ha spinto 500mila persone a lasciare le proprie abitazioni, ha accentuato la povertà e inasprito le rivalità intercomunitarie.