ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele dice sì alla liberazione di 26 detenuti palestinesi

Lettura in corso:

Israele dice sì alla liberazione di 26 detenuti palestinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Via libera del governo israeliano al rilascio di 26 detenuti palestinesi, nel quadro degli accordi per la ripresa dei negoziati di pace.

Per costoro le porte del carcere si apriranno entro mercoledì, quando è in calendario un nuovo confronto fra le parti a Gerusalemme.

In questo lasso di tempo, in caso di ricorsi, è difficile che la Corte Suprema intervenga su accordi politici e blocchi tutto.

La notizia è stata accolta con gioia dalle famiglie dei detenuti.
Mahmoud Nashabat non vede l’ora di rivedere su padre, in prigione da 23 anni. Racconta di quanto sia stato difficile vivere senza un genitore, ma dice di essere pronto a recuperare il tempo perduto.

La liberazione dei prigionieri allenta le tensioni degli ultimi giorni. Il via libera di Israele alla costruzione di quasi 1200 abitazioni a Gerusalemme est e in Cisgiordania, ha rischiato di far arenare i negoziati, sbloccati dopo tre anni di gelo.

L’altra faccia della medaglia è, tuttavia, la rabbia delle famiglie delle vittime israeliane, scese in piazza a Tel Aviv.

Gila Molcho, che ha perso il fratello, dice: “Voglio che il governo capisca che stanno dando un messaggio sbagliato ai nostri giovani, perché essi penseranno che il loro sangue non vale nulla. Stanno dando un messaggio sbagliato anche all’altra parte, invitandoli ad andare avanti ad uccidere, stanno dando loro potere”.

I palestinesi liberati rappresentano un primo gruppo. Gli accordi prevedono che vengano rilasciati altri 79 prigionieri.