ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: la polizia pronta a intervenire contro i presidi dei Fratelli Musulmani

Lettura in corso:

Egitto: la polizia pronta a intervenire contro i presidi dei Fratelli Musulmani

Dimensioni di testo Aa Aa

È stata una lunga notte per i Fratelli Musulmani e i sostenitori del presidente egiziano Mohamed Morsi, arrestato e deposto dall’esercito il 3 luglio scorso.

Con la fine del ramadan è scaduto anche il periodo di tregua concesso della polizia, che ora potrebbe intervenire in qualsiasi momento per sgomberare i loro presidi a Il Cairo. A partire da quello nella piazza simbolo della protesta, Rabaa al-Adawiya. Molti manifestanti tuttavia si dicono pronti al martirio.

Gamal Heshmat, uno dei leader della Fratellanza dice: “Questo è un sit-in per tutti i figli dell’Egitto. Ogni tentativo di metterlo sotto assedio, di farlo morire lentamente togliendo acqua, cibo o elettricità è un crimine. Chi lo farà se ne prenderà la responsabilità. Inoltre qulasiasi attacco o omicidio di natura politica, come quelli che la polizia o l’esercito stanno perpetrando, sarà punito. L’Egitto potrebbe infiammarsi”.

Secondo fonti legate al Ministero dell’Interno, la polizia circonderà sempre di più i presidi, aspetterà due o tre giorni perché molti manifestanti si scoraggino e poi procederà allo sgombero.