ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Progressi nei colloqui di pace fra Farc e Colombia

Lettura in corso:

Progressi nei colloqui di pace fra Farc e Colombia

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno possibilità di arrivare a una soluzione i dialoghi di pace fra il governo colombiano e le Farc, i gruppi armati che combattono Bogotà in una guerra che ha fatto migliaia di morti.

Da mesi ormai, due delegazioni discutono in un territorio neutrale, Cuba, per giungere a un accordo. Giovedì scorso il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha detto che, se fosse per la pace, sarebbe lui stesso disposto a incontrare i vertci delle Farc. Un’inversione totale rispetto al suo predecessore, Alvaro Uribe Velez, che invece aveva sempre rifiutato di discutere con le farc.

Fra le ipotesi proposte da Bogotà, quella che le Farc abbandonino le armi e si inseriscano nella vita politica, civile e democratica del paese al pari di altri gruppi armati che in passato hanno aprofittato di amnistie politiche e si sono trasformati in partiti politici presenti in Parlamento.

Sia le Farc che il governo, in passato non hanno rispettato la parola data, ma un cambio di vedute c‘è stato ultimamente da ambo le parti. Anche nel nuovo leader delle Farc, soprannominato Tymochenko, subentrato al fondatore del gruppo Tirofijo Marulanda, morto nel 2008. Resta da vedere quanti ex combattenti della Farc, non preferiranno riconvertirsi al più lucroso narcotraffico invece di rientrare nella legalità. I prossimi colloqui sono previsti per il 20 agosto.