ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali in Mali: favorito l'ex premier Keita, Cissé denuncia brogli

Lettura in corso:

Presidenziali in Mali: favorito l'ex premier Keita, Cissé denuncia brogli

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 18 mesi di crisi politica e militare il Mali attende il ritorno alla democrazia.

Il favorito al ballottaggio di domani per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica è l’ex premier Ibrahim Boubacar Keita, vincitore al primo turno con il 40%. Incarna la figura dell’uomo di Stato forte in grado di risanare il Paese.

Contro di lui l’economista ed ex ministro delle Finanze, Soumaila Cissé, fermatosi al 20% dei voti il 28 luglio scorso. Colpa dei brogli elettorali, denuncia il candidato Presidente.

Il voto segue l’intervento militare della comunità internazionale per strappare le regioni settentrionali al controllo delle milizie jihadiste.

“Il rinnovamento del Mali è possibile. Abbiamo fiducia nei nostri leader, abbiamo sempre avuto fiducia in loro – sostiene Mamadou Kouresi, un residente della capitale Bamako, disoccupato -Nella storia di ogni nazione c‘è chi ha messo i bastoni tra le ruote, ma le difficoltà possono essere superate”.

Il vincitore è atteso da un compito difficile: il Mali conta oltre 500mila fra profughi e sfollati. La crisi politica e il conflitto, inoltre, hanno messo in ginocchio l’economia e rinfocolato le tensioni fra i gruppi etnici maliani.