ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Egitto celebra l'Eid al Fitr tra le proteste

Lettura in corso:

L'Egitto celebra l'Eid al Fitr tra le proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

La fine del Ramadan non segnerà la fine delle proteste in Egitto. Lo promettono i sostenitori dell’ex presidente Mohammed Morsi, decisi a non abbandonare le piazze simbolo della loro mobilitazione, nonostante l’ordine di sgomberarle emesso dalle nuove autorità.

La ricorrenza di Eid Al Fitr è stata l’occasione per entrambi i fronti per ribadire i propri obiettivi.

I sostenitori dell’esercito sono tornati a manifestare in piazza Tahrir, mentre Rabia Al Adawiyah e al Nahda sono state riempite dagli islamisti.
Tra loro è riapparsa in pubblico Nagla Mahmoud, la moglie del presidente deposto, che ha assicurato che il marito tornerà al potere.

Dopo il fallimento della trattativa fra il governo ad interim e i Fratelli musulmani, la situazione continua a preoccupare Stati Uniti ed Unione europea.

Anche Al Azhar, la più importante istituzione teologica musulmana sunnita, lavora per il dialogo.
Ma scontri tra manifestanti rivali si sono verificati 100 km a sud del Cairo, provocando almeno un ferito.

Il premier Hasem Beblawi ha ribadito che la priorità dell’esecutivo è la sicurezza.