ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gioconda: aperta tomba di famiglia, esami del DNA sui resti del figlio

Lettura in corso:

Gioconda: aperta tomba di famiglia, esami del DNA sui resti del figlio

Dimensioni di testo Aa Aa

La caccia alle spoglie della Gioconda passa per l’esame del DNA sui resti dei suoi familiari.

Dopo 300 anni, è stata aperta la Cripta dei Martiri della Basilica della Santissima Annunziata a Firenze, dove sono contenute le ossa di una parte della famiglia di Lisa Gherardini, la donna che fu la modella di Leonardo.

Nella Cripta dei Martiri sono sepolti i due figli di Francesco di Bartolomeo del Giocondo. Il più piccolo dei due, Piero, nato dal matrimonio con la Monna Lisa.

“Siamo stati fortunati, perché non solo abbiamo ritrovato diverse ossa – spiega Antonio Moretti, geologo dell’Università de L’Aquila – ma queste sono anche disposte in ordine sul fondo della cripta, con una targa che indica l’appartenenza alla famiglia del Giocondo”.

Le ricerche delle spoglie della Gioconda immortalata da Leonardo hanno avuto inizio due anni fa nel complesso di Sant’Orsola, dove sono stati ritrovati i resti di tre donne.

La comparazione degli esami del DNA con quelli del figlio potrebbe svelare il mistero della modella più famosa della storia dell’arte. Un passaggio fondamentale per arrivare all’ultima fase della ricerca: la ricostruzione del viso della Monna Lisa.