ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Contratti a 'zero ore', nel Regno Unito un milione senza tutele

Lettura in corso:

Contratti a 'zero ore', nel Regno Unito un milione senza tutele

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Regno Unito abbatte l’ultima frontiera del precariato con il contratto a zero ore.

Ad introdurlo un gigante delle vendite al dettaglio, Sports Direct: 20mila dei suoi dipendenti, il 90% del totale, vengono utilizzati a chiamata.

Nessuna garanzia per i dipendenti, né lavorativa, né previdenziale. E sono obbligati anche a chiedere il permesso per svolgere un un altro impiego.

“Hanno affisso l’orario delle prossime due settimane su un muro. Ma bisogna controllare, perché è soggetto a cambiamenti. C‘è il rischio di andre lì il martedì e scoprire che coprirai il turno del venerdì, anche se non era previsto – spiega un giovane lavoratore precario – Oppure puoi presentarti all’orario stabilito e poi scoprire che devi tornare a casa. Poiché tecnicamente sei un lavoratore dipendente, non puoi fare richiesta dell’indennità di disoccupazione”.

Nel Regno Unito sono oltre un milione i lavoratori con contratti ‘a zero ore’. Un esercito che invade anche Buckingam Palace: 350 dipendenti del palazzo reale lavorano a chiamata.