ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca in movimento: scegli il tuo mezzo di trasporto per scoprire i segreti della capitale russa

Lettura in corso:

Mosca in movimento: scegli il tuo mezzo di trasporto per scoprire i segreti della capitale russa

Dimensioni di testo Aa Aa

Scegliere la giusta velocità e la giusta angolazione per scoprire Mosca é fondamentale per andare alla scoperta di questa città. Secondo gli architetti la vera essenza di Mosca può essere colta solo in movimento. Per cui, attenzione a quale mezzo di trasporto scegliete: potrebbe cambiare il destino del vostro viaggio.

Prendiamo ad esempio la metro, sicuramente il modo più veloce per raggiungere tutti i luoghi di interesse. Ma non correte, anche qui sotto ci sono delle bellezze da scoprire. Come il palazzo della stazione Mayakoskaya, che viene paragonato ad una macchina del tempo.

“In questa stazione sembra di tornare indietro nel tempo, rivediamo i giorni dell’Unione Sovietica e le speranze che a quei tempi gli uomini riponevano nel futuro. Nella stazione Revolution Square, invece, si possono riconoscere i primi venti anni di storia sovietica, si vedono gli eroi della rivoluzione e quelli della guerra civile”, racconta Konstantin Cherkassky, direttore del museo della metro di Mosca.

Oggi alcune delle statue hanno assunto un significato diverso. I passanti sono abituati a toccare il naso del cane da guardia, perché pensano che porti fortuna. E il naso ora splende da quanto è lucido.
“All’inizio la gente aveva messo in giro la credenza che se toccavi il naso del cane il giorno prima di un esame, questo sarebbe andato benissimo. Ora si crede che porti soldi e fortuna”, continua Cherkassky.

Lo storico Aleksis Chernorechenski é convinto che lo scooter porti fortuna ai viaggiatori. All’autore del libro “Progetto di arte e cultura” piace andare in giro così per le zone pedonali aperte da poco nel centro di Mosca.

Aleksis ha la sua filosofia e divide i viaggiatori in diverse categorie: gli “uccelli”, che svolazzano per la città, e i “Mandarini” che non scendono mai dall’autobus: “I Mandarini vedono gli edifici più importanti di sfuggita senza fare attenzione ai dettagli. Quando parlo con i viaggiatori della città e della sua storia lo faccio attraverso la scienza dei segni, che possono essere trovati ovunque. E questa è la categoria degli insetti, che possono infilarsi dappertutto”, racconta Aleksis.

Per scoprire i segreti nascosti dell’architettura Avant Garde di Mosca, Aleksis e il suo gruppo hanno scelto un altro mezzo di trasporto: la bicicletta. Certo bisogna essere in forma perché l’escursione é lunga 30 chilometri.

Anche la nostra inviata Galina Polonskaya ha scelto la bicicletta:
“Tutti i turisti possono prendere una bici a Mosca, finalmente anche qui è arrivato il servizio di nolleggio. Per il momento ci sono alcune decine di stazioni, ma presto saranno incrementate perché la richiesta à molto alta”.

Un altro modo per conoscere Mosca è a bordo di un autobus a due piani, da poco comparso per le strade della città e diventato molto popolare non solo fra i turisti. Anche i moscoviti vengono quassù per godere di una vista davvero unica.

“Tre metri e mezzo non sembrano essere un’altezza così importante ma da qui si possono vedere le facciate degli edifici della Mosca antica. E’ davvero qualcosa di magico”, dice Sergei Lavrentyev, responsabile del servizio autobus turistici.

E poi c‘è il tram. Un mezzo di trasporto che ci fa assaporare l’atmosfera dell’antica Mosca. L’etnografa Natalia Leonova ha organizzato un tour che segue l’itinerario di un tram che esiste da quando era bambina: “Il tram qui a Mosca è antico 114 anni, ecco perchè viaggiare con questo mezzo di trasporto ci fa tornare indietro nel tempo e ci permette di visitare le zone più antiche della città, che ora sono centrali ma una volta erano la periferia”.

Secondo alcuni, il mezzo migliore per conoscere il vero volto di Mosca è la barca. Sulle rive del fiume, infatti, sono stati costruiti i palazzi più importanti della città. Secondo l’architetto Veniamin Misoznikov, il fiume é un elemeno di unificazione fra la città e chi la osserva da laggiù. “La percezione che se ne ha da questo punto di vista, cioè dal basso dice é davvero molto interessante. Per questo io lo considero il miglior mezzo di trasporto per visitare la città”.

Ad ogni modo, il consiglio degli archiettti è di combinare diverse angolazioni, usando più mezzi di trasporto e avere così una visione completa della città e un’immagine unica di Mosca da ricordare, proprio come un film.

Blog: Moscow on the move



Per saperne di più

  • In un’ora un passeggero della metropolitana di Mosca può percorrere circa 40 chilometri. La lunghezza totale della linea è di 331,1 chilometri
  • Park Pobedy è la stazione più profonda: 73,6 metri sottoterra, è la terza più profonda del mondo
  • Con i suoi 270 metri, la stazione Vorobyovy Gory è la più lunga di Mosca
  • La lunghezza complessiva della zona pedonale nel centro di Mosca è di 19 chilometri, altre 40 zone pedonali verranno costruite a breve
  • Il primo tram solcò le strade di Mosca il 26 marzo 1899. Oggi ci sono 48 itinerari, la cui lunghezza complessiva è di 416 chilometri
  • Il fiume di Mosca non è l’unico della capitale, ci sono altri 140 piccoli corsi d’acqua e quattro laghi
  • A Mosca ci sono sette grattacieli costruiti nello stile dell’impero sovietico, conosciuti come le Sette Sorelle. Sono stati costruiti fra il 1947 e il 1953 secondo le tecniche utilizzate nella costruzione dei grattacieli americani