ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama annula incontro con Putin in autunno. La causa è l'affare Snowden

Lettura in corso:

Obama annula incontro con Putin in autunno. La causa è l'affare Snowden

Dimensioni di testo Aa Aa

Barack Obama ha deciso di annullare l’incontro bilaterale con Vladimir Putin in segno di protesta per la vicenda Snowden
Eppure era cominciata in maniera diversa, martedì sera fra sorrisi, applausi e un comico a fare da spalla.

Il presidente non ha però per nulla gradito l’asilo concesso da Mosca all’ex analista della Cia che ha rivelato il programma segreto di controllo dati dell’amministrazione americana.

Obama è intervenuto in prima serata al programma di Jay Leno, notissimo presentatore dichiaratamente democratico e fra un siparietto e l’altro, pur confermando la sua presenza al G20 di Mosca in autunno ha detto: “Sono infastidito perché anche se non abbiamo un trattato di estradizione con la Russia abbiamo sempre cercato di rispettarci. Se c’era un criminale o un presunto tale in gioco abbiamo cercato di collaborare. Loro non lo hanno fatto con noi e questo potrà avere riflessi negativi nelle nostre relazioni future”.

Obama ha parlato di molti temi, ma il convitato di pietra era appunto Edward Snowden a cui Mosca ha concesso un asilo temporaneo. La casa bianca ha cercato di derubricare il programma svelato dall’ex analista come un normale sistema antiterrorismo.

Snowden, dopo settimane rinchiuso all’aeroporto di Mosca si è rifugiato in una località segreta aiutato dal proprio avvocato. Secondo il Cremlino sarebbe responsabile della propria sicurezza, ma la cosa non è credibile visto che Snowden resta, al momento, l’uomo più ricercato del pianeta ed è la protezione dei russi che ha indispettito la Casa Bianca.