ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bank of England promette: tassi bassi con un occhio alla disoccupazione

Lettura in corso:

Bank of England promette: tassi bassi con un occhio alla disoccupazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Occhi degli investitori britannici da oggi fermamente puntati sugli uffici di collocamento: il tasso di interesse di riferimento rimarrà infatti al minimo storico dello 0,5% finché quello di disoccupazione non sarà sceso al 7%.

Parola di Bank of England, il cui comitato di politica monetaria si allinea a quanto già fatto da altre banche centrali (in primis la Fed Americana), fissando il termine della politica monetaria espansiva a precise condizioni.

Il nuovo numero uno Mark Carney, alla prima conferenza stampa da governatore, non ha escluso nemmeno un nuovo aumento degli stimoli tramite acquisto di bond.

“Con il tasso di disoccupazione che rimane sopra il 7%, il comitato si tiene pronto a intraprendere ulteriori acquisti di attività se ulteriori stimoli sono giustificati”, ha detto.

“L’obiettivo è di contribuire alla messa in sicurezza della ripresa, assicurando al contempo che i rischi per la stabilità dei prezzi e alla stabilità finanziaria siano contenuti”.

Queste ultime due “clausole”, però, fanno storcere il naso agli analisti. L’obiettivo di occupazione dovrebbe garantire tranquillità per almeno tre anni (il tasso di disoccupazione è previsto al 7,1% solo a fine 2016). Ma l’inflazione, ad esempio, già oggi viaggia sopra il target del 2% e si teme che, in caso di scossoni, Carney e soci cambino idea.

‘Anche in caso di sforamento decideremo mese per mese’, rassicurano i diretti interessati. La priorità rimane difendere dal rialzo dei tassi quella che è stata definita la “ripresa più lenta della storia”.