This content is not available in your region

La crisi e il meteo penalizzano Disneyland Paris

Access to the comments Commenti
Di Euronews
La crisi e il meteo penalizzano Disneyland Paris

<p>La crisi e anche il tempo meteorologico pesano sui risultati di Disneyland Paris. Il parco a tema della periferia parigina ha registrato un calo del 7 per cento della frequentazione nel periodo tra aprile e giugno 2013, una delle primavere più fredde degli ultimi anni. Il fatturato è dunque sceso dell’1,7% a 357 milioni di euro. Sono soprattutto francesi, italiani, spagnoli e belgi a far registrare il calo di arrivi. La spesa media dei visitatori è rimasta stabile (46 euro al giorno), ma gli alberghi hanno registrato 24 mila notti in meno rispetto al trimestre dell’anno precedente. Alla Borsa di Parigi, il titolo è sceso del due per cento.<br /> Nonostante la deludente performance del secondo trimestre, il fatturato dei primi sei mesi dell’anno resta in crescita dell’1 per cento. Il presidente di Eurodisney <span class="caps">SAS</span> Philippe Gas sottolinea come il parco parigino continui a essere la prima destinazione turistica in Europa e il primo tour-operator francese per numero di clienti. Le previsioni per i prossimi mesi restano comunque prudenti, considerate le incertezze dell’economia.</p>