ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ambasciate chiuse: Usa hanno intercettato conversazioni leader Al Qaeda

Lettura in corso:

Ambasciate chiuse: Usa hanno intercettato conversazioni leader Al Qaeda

Dimensioni di testo Aa Aa

La decisione degli Stati Uniti di chiudere le proprie ambasciate nel timore di attentati si basa sulla intercettazione di comunicazioni fra i leader di Al Qaeda in Pakistan e nello Yemen. La Casa Bianca si basa su questo elemento per ribadire che il rischio cui sono esposte le sue rappresentanze nei due Paesi è molto concreto.

Ayman Al Zawahiri, considerato l’erede di Osama Bin Laden, ed il responsabile dell’organizzazione criminale nello Yemen Nasse Al Wuhayshi hanno discusso di persona dettagli operativi riguardanti uno o più attacchi contro gli Stati Uniti.

“Non sono in grado di discutere aspetti specifici di intelligence ma siamo convinti che sia una minaccia concreta che stiamo prendendo in seria considerazione. Le misure prese sono misure di precauzione” ha detto il portavoce della Casa Bianca Jay Carney.

Le sedi diplomatiche americane resteranno chiuse fino al prossimo 10 agosto ma l’allerta resta al massimo livello fino alla fine del mese. Misure analoghe sono state adottate da Francia, Germania, Regno Unito a seguito di un’allarme diramato dall’Interpol.