ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco: il Re ordina un'inchiesta sulla grazia al pedofilo spagnolo

Lettura in corso:

Marocco: il Re ordina un'inchiesta sulla grazia al pedofilo spagnolo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il caso del pedofilo spagnolo graziato in Marocco assume contorni sempre più inquietanti: Re Mohammed VI del Marocco ora ha annunciato un’inchiesta per verificare l’accaduto. Martedì scorso il sovrano aveva graziato un pedofilo pluri-recidivo, che faceva parte di una lista di quarantotto spagnoli detenuti nel Paese di cui il Re spagnolo, Juan Carlos, aveva chiesto la liberazione nel corso di una recente visita.

Grazia che Mohammed VI aveva concesso, in considerazione delle eccellenti relazioni tra i due Paesi: ma a quanto pare non sapeva che uno dei quarantotto era un pedofilo pluri-recidivo. L’uomo, un sessantenne nato in Iraq e poi divenuto cittadino spagnolo, ora ha già lasciato il Paese. La scarcerazione ha scatenato un’ondata di proteste, e la polemica è esplosa anche in Spagna, dove l’opposizione socialista chiede perché sia stata chiesta la liberazione di quell’uomo. Il sospetto emerso ultimamente è che si trattasse di una spia da coprire ad ogni costo.