ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza: la caduta di Morsi peggiora le condizioni nei Territori

Lettura in corso:

Gaza: la caduta di Morsi peggiora le condizioni nei Territori

Dimensioni di testo Aa Aa

Gaza sta accusando un duro colpo dopo la caduta del presidente Morsi. Il governo palestinese guidato da Hamas puntava nell’aiuto del leader egiziano per rompere l’isolamento a cui i Territori sono costretti.

Ora, uscito di scena il principale alleato della regione, per la popolazione palestinese la vita diventa ancora piú difficile.

“Nessun pescatore palestinese può raggiungere il lato egiziano – spiega Mohammad El-Hissi, del sindacato dei pescatori – a causa dell’accerchiamento a nord, sud e ovest.
È come se pescassimo in una piscina. Siamo in questa condizione per colpa dell’occupazione. Ora anche gli egiziani intervengono con le barche per cacciarci”.

Le misure introdotte dall’Egitto che limitano l’accesso al mare stanno direttamente mettendo sul lastrico 1.200 lavoratori.

“Sono solo sei miglia di mare aperto e non abbiamo abbastanza carburante – racconta Mahmoud Abu Hassira, negoziante – Come facciamo ad andare a pescare? Il prezzo del pesce è altoi perché non abbiamo molta merce e la gente non si puó permettere di acquistarlo”.

Il Cairo ha inoltre parzialmente chiuso il valico di Rafah con i Territori. Migliaia di lavoratori e studenti palestinesi che passavano ogni giorno la frontiera sono ora bloccati.

Carburante e materie prime scarseggiano e sono aumentati ulteriormente i prezzi dopo che il tunnel per il contrabbando è stato chiuso.