ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: Rohani male interpretato su Israele

Lettura in corso:

Iran: Rohani male interpretato su Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

A pochi giorni dall’insediamento, il nuovo Presidente iraniano interviene pubblicamente e scatena la dura reazione di Israele. Nella tradizionale giornata di solidarietà con i palestinesi nell’ultimo venerdì di Ramadan, Hassan Rohani ha evocato una vecchia ferita nel corpo del mondo musulmano, “sotto l’ombra dell’occupazione della sacra terra della Palestina e di Gerusalemme” – ha detto.

Alcune agenzie di stampa hanno poi aggiunto una frase che sembrava alludere alla necessità di eliminare lo Stato ebraico. La rimozione non ha impedito al governo israeliano di bollare Rohani come islamico radicale e dottrinario. Non moderato e non diverso da Mahmoud Ahmadinejad, dunque.

Durante la giornata di al-Quds – Gerusalemme – il Presidente uscente è stato ancora una volta molto chiaro. Parlando alle migliaia di fedeli e dimostranti che si sono riversate nelle strade di Teheran, ha detto che per Israele non c‘è posto nella regione.

Da questo genere di retorica Rohani dovrà prendere le distanze. Vincitore di misura alle elezioni del 14 giugno – sostenuto da moderati e riformisti – ha promesso di seguire un cammino fondato sulla moderazione e ha promesso più apertura sul controverso programma nucleare iraniano.