ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Datagate: Snowden lascia l'aeroporto, ha asilo in Russia


Federazione russa

Datagate: Snowden lascia l'aeroporto, ha asilo in Russia

Edward Snowden ha lasciato l’aeroporto moscovita di Sheremetevo per un posto sicuro e segreto: il contractor della NSA, che aveva rivelato i segreti sulla sorveglianza sistematica delle conversazioni private, si trovava dal 23 giugno nell’area di transito.
L’informatico ha ottenuto dalle autorità russe un asilo temporaneo, un certificato valido un anno e rinnovabile, che il suo avvocato mostra con orgoglio.

“Ho ricevuto lettere da varie persone, cittadini che dicono che lo assumerebbero con piacere. Non sarà un problema qui. Ha bisogno di lavorare. Non è ricco, e ha speso molto per mantenersi in aeroporto. Ovviamente sa che andando avanti ha bisogno di lavorare per sopravvivere.”

“Edward mi ha assicurato che non intende pubblicare alcun documento che possa nuocere al governo americano. Ma mi ha anche detto che prima, quand’era a Hong Kong, ha dato parte del materiale ai giornalisti”.

Il governo statunitense è notevolmente irritato per la scelta russa, e un portavoce della Casa Bianca ha messo in dubbio la partecipazione del presidente Obama al bilaterale di Mosca con Putin a inizio settembre. Anche se per ora l’incontro resta confermato. Per strada, le reazioni sono tiepide:

“Per le cose che ho letto, sì lo so che ha fatto un giuramento, e comunque l’idea di vendere segreti ad altri non l’apprezzo, però penso anche che è importante parlare se pensi che qualcosa venga fatta nel modo sbagliato, anche nel tuo Paese”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Stati Uniti: Ariel Castro condannato all'ergastolo