ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia, a luglio il mercato dell'auto riprende velocità


economia

Francia, a luglio il mercato dell'auto riprende velocità

Traffico in aumento all’ombra dell’arco di trionfo di Parigi. L’associazione che riunisce i costruttori di auto francesi certifica infatti l’accelerata in uno dei settori più colpiti dalla crisi economica: a luglio le immatricolazioni sono salite dello 0,9%, oltre 150 mila nuove macchine.

Frenata quasi finita, spiega il portavoce François Roudier, anche se le vendite dell’intero anno dovrebbero comunque attestarsi ben al di sotto rispetto al 2012.

“Possiamo essere contenti – dice – perché la caduta vertiginosa si è fermata. Abbiamo toccato il fondo e ora si comincia a risalire la china. Ma bisogna comunque rimanere realisti, finiremo l’anno con un mercato dell’auto che è ai livelli della crisi del ’97-‘98”.

A spingere le vendite, i tanti nuovi modelli lanciati da inizio anno insieme agli sconti e alle offerte dei concessionari.

Bene i produttori di casa, Peugeot e Renault, le cui immatricolazioni sono salite rispettivamente dello 0,9% e del 4,7%, in particolare grazie ai rispettivi nuovi SUV.

Tra i gruppi esteri battuta d’arresto per Volkswagen, Ford e Mercedes, seminate dallo scatto della giapponese Toyota e dell’italiana Fiat.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

economia

BoE: tassi fermi allo 0,5%. L'ipotesi di maggiori indicazioni