ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: nel primo semestre 2013 aumento delle vittime tra i civili

Lettura in corso:

Afghanistan: nel primo semestre 2013 aumento delle vittime tra i civili

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo dodici anni di guerra l’Afghanistan resta nel caos. Inquietanti i dati contenuti nel rapporto relativo ai primi sei mesi del 2013 reso noto a Kabul dalla Missione di assistenza delle Nazioni Unite nel Paese. Le vittime tra i civili sono cresciute del 23% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E il 30% sul totale dei morti sono bambini.

“Il fattore principale che ha portato a un aumento delle vittime tra i civili – specifica la direttrice della Missione Georgette Gagnon – è il seguente: un maggiore uso di congegni esplosivi improvvisati usati dai gruppi antigovernativi soprattutto nelle zone frequentate da civili come i bazar, i mercati, le strade molto trafficate e luoghi simili”.

Se tre quarti delle vittime sono imputabili ai ribelli, anche i droni statunitensi spesso compiono scempi tra la popolazione. I dati mostrano quanto sia problematico il passaggio di consegne tra le forze di sicurezza della Nato e quelle afghane. Il prossimo anno inoltre sono in programma le presidenziali e gli attacchi per intimorire i civili, da qui ad allora, aumenteranno.