ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Uno smartphone come medico


Sci-tech

Uno smartphone come medico

Ecco il futuro delle visite mediche…….“Metta le sue dita qui in modo da poter fare l’elettrocardiogramma…il ritmo è perfetto”

Un sensore e uno smartphon, ecco l’attrezzatura del medico.

Dr. Eric Topol, cardiologo statunitense: “Le dita sul sensore mettono in relazione col cuore del paziente. Poi c‘è la trasmissione wireless”.

Un sensore sulle estremità delle dita e l’analisi continua per questo paziente che è stato operato da poco al cuore. Obiettivo: determinare il tasso di ossigeno nel flusso sanguigno.

Dr. Eric Topol: “ Piuttosto che mettere in campo un’attrezzatura ospedaliera da 3 o 7 mila dollari, basta adoperare il cellulare e un’applicazione”.

Il dottor Topol ha sviluppato da solo diverse applicazioni pensando che la medicina deve rivoluzionarsi da sola.

Dr. Eric Topo:
“Ogni medico dovrebbe studiare. Questo è un vero stetoscopio. Quello che studiamo oggi e che ignoro è uno stetoscopio fatto col cellulare, senza cavi”.

Questo cardiologo lo ammette: prescrive piu’ smartphone che medicine. Del resto puo’ seguire meglio i suoi pazeinti a distanza. E’ una fortuna per Bill Sousa che vive a piu’ di un’ora dall’ospedale. Due volte al giorno questo anziano paziente controlla la sua pressione sanguigna con il tablet.

Bill Sousa, paziente: “ E’ troppo alta, ma intanto il dato viene mandato automaticamente al dottore su base settimanale, ecco tutto quello che devo fare”.

La tecnologia è francese con un costo di circa 200 euro. Una cifra abbordabile in un paese in cui le spese sanitarie sono enormi. Si è meglio seguiti, si risparmia tempo e denaro, ed è quello a cui punta una azienda di San Diego. In futuro sarete collegati a questi agevoli apparecchi realizzati qui e che si stanno testando già in diversi ospedali.

Garry Manning, Soterra Wireless:
“ Puo’ rilevare tutti i parametri vitali del paziente: il battito cardiaco, la pressione sanguigna, la respirazione, la saturazione dell’ossigeno la temperatura cutanea…”.

Il vostro medico potrà seguirvi in tempo reale grazie al vostro telefonino anche se siete dall’altra parte della terra.

SOUNDBITE Garry Manning, Soterra Wireless: “Adesso hanno subito queste informazioni, in modo da poter prendere rapide decisioni. Nel caso sarà possibile, come fanno alcune aziende, verificare i dati ricevuti e fare pronostici in tempo sull’andamento dei problemi del paziente”.

Predire le prospettive future, ecco l’obiettivo di chi ha concepito queste soluzioni. Topol sostiene che presto sarà possibile fare diagnosi a distanza con sensori piazzati sulla pelle o sotto la pelle.

Dr Eric Topol:
“Fra 5 anni forse, potremo avere microscopici nano sensori da far navigare nel sangue che potranno rivelare la presenza di un tumore per la prima volta direttamente nel flusso sanguigno”.

Con l’abilità di fare una diagnosi anticipata questi apparecchi del futuro rimpiazzeranno il medico?

Tuo figlio ha un’eruzione cutanea. Lo scanner mobile la identifica e si consiglia di far restare a casa il bambino.

Tua figlia non sta bene. Un sensore rileva la sua temperatura corporea e puo’ anche analizzare le urine. Questa volta l’aparecchio consiglia di portarla in ospedale e fornisce anche l’indirizzo del centro sanitario piu’ vicino.

Fantascienza? Non proprio. Questo progetto in pochi mesi sta diventando realtà. L’idea di verificare la propria salute proprio come si apre la proria email. Una cosa allo stesso tempo affascinante e spaventosa.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Un occhio volante, a caccia di insidie

futuris

Un occhio volante, a caccia di insidie