ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vigilia del giorno del giudizio per Berlusconi

Lettura in corso:

Vigilia del giorno del giudizio per Berlusconi

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte di Cassazione è chiamata a decidere, da questo martedì, se confermare la condanna a 4 anni di carcere inflitta a Silvio Berlusconi in primo e secondo grado per la vicenda dei diritti televisivi Mediaset.

Il verdetto tiene col fiato sospeso tutta la maggioranza, perché i fedelissimi del leader del Pdl si dicono pronti a lasciare il governo e il parlamento.

L’ex premier avrebbe rivelato di voler andare in carcere, in caso di condanna. Ma il professor Maurizio Bellacosa osserva: “Anche se la sentenza sarà confermata, Berlusconi non andrà comunque in prigione, perché ha altre due possibilità. Da un lato, avendo più di 70 anni, ha diritto agli arresti domiciliari al posto della prigione. Inoltre, trattandosi di una condanna breve, ha diritto a chiedere misure alternative, come l’affidamento ai servizi sociali.”

In quest’ultimo caso, secondo gli esperti, l’iter per l’effettiva applicazione della pena avrebbe tempi lunghi e potrebbe concludersi l’anno prossimo. Le sentenze precedenti prevedevano anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici.