ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: Treno, il macchinista e' a piede libero

Lettura in corso:

Spagna: Treno, il macchinista e' a piede libero

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ accusato di omicidio colposo per la morte di settanta nove persone Franciso Josè Garzòn, il macchinista del treno deragliato a Santiago de Compostela mercoledì della settimana scorsa, ma rilasciato dopo il ritiro del passaporto. È quanto disposto dal tribunale regionale della Galizia che si occupa dell’incidente nel quale sono inoltre rimaste ferite più di settanta persone.

I giudici hanno predisposto per il macchinista l’obbligo di comparizione in tribunale ogni settimana e il ritiro della licenza per condurre i treni per un periodo di sei mesi.

Nel corso delle oltre due ore di interrogatorio, Garzòn avrebbe confermato di aver mantenuto una velocità troppo elevata all’entrata della curva in cui il treno ha poi deragliato. Cento novanta chilometri orari invece degli ottanta consentiti in quella tratta. Evento che si è verificato, secondo la dichiarazione di Garzòn, per un errore. Il macchinista, che ha percorso quella tratta oltre sessanta volte, non avrebbe attribuito alcuna colpa a cattive condizioni dei binari, della segnaletica o del treno stesso.