ULTIM'ORA

Lettura in corso:

In Spagna monta la rabbia contro conduttore "treno della morte"


Spagna

In Spagna monta la rabbia contro conduttore "treno della morte"

Commozione e compostezza, ma anche una rabbia appena celata in occasione della messa per le 79 vittime del disastro ferroviario di Angrois nella cattedrale di Santiago di Compostela, in Spagna.

Alla popolazione della cittadina, poco lontano dalla capitale amministrativa della Galizia, è stata consegnata una medaglia d’oro al valor civile per lo sforzo mostrato durante i soccorsi.

Eppure la rabbia contro il macchinista è palpabile nelle parole dei presenti: “Pare che abbia dichiarato che non sapeva dove si trovava. Ma un professionista non dovrebbe fare questi errori”.

Francisco José Garzon Amo è in questi giorni l’uomo più odiato di Spagna. Ha dichiarato di aver cercato di frenare una volta resosi conto del pericolo, ma quando era troppo tardi. È incriminato per 79 omicidi colposi e imprudenza. Rischia l’ergastolo perché ha ammesso che non si è trattato di un guasto tecnico, ma di un errore umano. Adesso dipenderà da quanto grave la magistratura consideri il fatto di viaggiare a oltre 190 chilometri orari su di un tratto dove la velocità massima consentita era di circa 80 chilometri all’ora. Meno della metà.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Iraq: attentati in serie, decine di vittime