ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: il funerale di Mohamed Brahmi, scontri nei principali centri

Lettura in corso:

Tunisia: il funerale di Mohamed Brahmi, scontri nei principali centri

Dimensioni di testo Aa Aa

Una folla immensa ha seguito il feretro di Mohamed Brahmi, deputato e membro di spicco dell’opposizione, ucciso giovedì a Tunisi. Migliaia di persone si sono allineate lungo il percorso, altre migliaia erano accalcate dentro e fuori il cimitero, nel quale campeggiavano due grandi bandiere nazionali.
A portare la bara è stato un mezzo militare, e l’esercito ha scortato il feretro fin dentro il cimitero, dove i familiari dell’ucciso sono stati osannati dalla folla.

L’uccisione, la seconda di un leader dell’opposizione negli ultimi cinque mesi, dopo quella di Chokri Belaïd, ha scatenato la protesta, trasformatasi in scontri a Sidi Bouzid e in altre località. A Gafsa un manifestante è rimasto ucciso. Il funerale è stato accompagnato da uno sciopero generale e dall’esplosione di un’autobomba presso un commissariato, dove è rimasto ferito un gendarme. La polizia ricerca un militante radicale, e dice che Brahmi è stato ucciso con la stessa arma usata contro Belaïd. L’opposizione e la famiglia dell’ucciso però accusano il partito islamico al potere, Ennahda, e 42 deputati dell’Assemblea Costituente si sono auto-sospesi.