ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I ribelli siriani giustiziano 51 soldati alla periferia di Aleppo

Lettura in corso:

I ribelli siriani giustiziano 51 soldati alla periferia di Aleppo

Dimensioni di testo Aa Aa

Li chiamano i “cani di Assad”. Sono i soldati del regime uccisi a decine in quest’ultima settimana dai ribelli siriani. Queste immagini amatoriali pubblicate sui social media, difficilmente verificabili, testimonierebbero delle esecuzioni sommarie avvenute alla periferia di Aleppo tra il 22 e il 24 giugno. I militari uccisi sarebbero stati una cinquantina a Khan al Asal. A questi si sommerebbero altre perdite a sud di Deraa. L’Osservatorio siriano per i diritti umani riferiesce di 150 soldati uccisi.

La notizia viene diffusa il giorno in cui l’Alto Commissariato dell’Onu per i Rifugiati esprime la sua preoccupazione per gli 85 siriani detenuti in Egitto.

“L’UNHCR è preoccupato perché in Egitto i militari e il personale di sicurezza stanno arrestando sempre più siriani ha dichiarato la portavoce inclusi vari minori e persone registrate presso di noi come rifugiati. C‘è un crescente e allarmante sentimento anti-siriano”.

Quasi due milioni di siriani hanno abbandonato il paese per sfuggire agli scontri. 300 mila risiederebbero in Egitto. La nuova amministrazione militare ha però applicato misure più restrittive per l’ingresso nel Paese.