ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA, maxitruffa finanziaria on line: sotto accusa 5 hacker

Lettura in corso:

USA, maxitruffa finanziaria on line: sotto accusa 5 hacker

Dimensioni di testo Aa Aa

I codici di 160 milioni di carte di credito rubati; la loro rivendita in diverse parti del mondo; perdite per centinaia di milioni di dollari per clienti e aziende. È l’accusa della procura statunitense di Newark, nel New Jersey, nei confronti di quattro cittadini russi e di un ucraino, ora rinviati a giudizio.

“Gli hacker e i loro soci” – ha dichiarato Paul Fishman, procuratore federale del New Jersey – “hanno organizzato 17 violazioni di dati rilevanti, comprese intrusioni nei sistemi di Nasdaq, 7-Eleven, JC Penney e Heartland Payment System. Nel mirino anche diversi grandi fornitori di servizi di pagamento elettronici, come Euronet Worldwide e Global Payment”.

L’elenco, però, non si ferma qui: colpiti anche Carrefour e la compagnia belga Dexia. Una massiccia operazione di pirati del web durata sette anni; secondo l’accusa, i numeri delle carte di credito venivano rivenduti anche a 50 dollari, pari a quasi 40 euro ciascuno. Per la procura, si tratta del più grande attacco telematico-finanziario nella storia degli Stati Uniti.