ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: commozione a Santiago di Compostela, parenti ancora in cerca di notizie

Lettura in corso:

Spagna: commozione a Santiago di Compostela, parenti ancora in cerca di notizie

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbero stati giorni di festa, a Santiago di Compostela: migliaia di pellegrini avrebbero acceso candele e lumini come sempre, per invocare grazie o perdoni, a maggior ragione in occasione della ricorrenza del Santo patrono.
Candele e preghiere sono invece rivolte ora alle vittime dell’incidente ferroviario, ai feriti, ai loro parenti.

“È una cosa molto triste, spero che nessuno dei miei amici pellegrini si trovasse su quel treno, perché molti sono partiti in treno per varie destinazioni. È una cosa davvero triste”.

“Sono commossa. Perché tante persone hanno fatto un cammino, un cammino anche interiore, per venire qui… E purtroppo, una voce superiore ha chiamato”.

A Santiago le bandiere sono a mezz’asta, tutte le festività sono state annullate. È il primo di tre giorni di lutto per la Spagna, in Galizia sono sette.
In città arrivano ancora in queste ore parenti preoccupati, che sperano di trovare i loro cari tra i sopravvissuti, non tra i morti.
Degli ottanta passeggeri deceduti nel deragliamento, alcuni ancora non sono stati identificati.

Santiago si ferma, ma non i treni: lo snodo ferroviario è stato parzialmente riaperto. Una delle due tratte ad alta velocità resta da ripulire, sull’altra i treni hanno lentamente ricominciato a circolare.

“Ora che il treno è stato smantellato e portato via, si tratta di recuperare la normalità, grazie anche alla ripresa del traffico ferroviario. Qui, sul posto della tragedia, resta comunque incancellabile una grande incognita. Che cosa abbia spinto il treno ad affrontare la curva della Grandeira a una tale velocità. Dal quartiere di Angrois, a Santiago de Compostela, Javier Villagarcia, per euronews.”