ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: scontri tra pro e anti Morsi

Lettura in corso:

Egitto: scontri tra pro e anti Morsi

Dimensioni di testo Aa Aa

Venerdì di tensione al Cairo. Nel giorno in cui manifestano sia i sostenitori delle nuove autorità egiziane, sia gli islamisti fedeli a Mohammed Morsi, il Tribunale ha imposto quindici giorni di custodia cautelare all’ex presidente.

Morsi è accusato di spionaggio per conto di Hamas, al fine di “commettere atti ostili” in territorio egiziano. A lui vengono inoltre imputate le evasioni di massa dalle prigioni durante la rivoluzione del 2011.

Ma il suo fronte, accampato davanti alla moschea di Rabia Al Adawya, continua a chiedere che gli venga restituito il potere.

“Diamo all’esercito 48 ore per rispondere alle nostre richieste” dichiara un manifestante. “Se lo faranno, ce ne andremo. Altrimenti resteremo qui finché non otterremo ciò che vogliamo”.

Da due diversi quartieri del Cairo arrivano notizie di scontri.
A Shubra è scoppiata una sassaiola fra una marcia di pro Morsi e abitanti del quartiere. A Mohandessin tafferugli fra sostenitori e oppositori del deposto presidente.

Incidenti anche a Damietta, nel delta del Nilo.