ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera:musica dal mondo e Neil Young sul palco del Paléo festival

Lettura in corso:

Svizzera:musica dal mondo e Neil Young sul palco del Paléo festival

Dimensioni di testo Aa Aa

Quest’anno il Paléo Music festival organizzato nella cittadina svizzera di Nyon, vicino Ginevra ha ospitato, nei concerti d’apertura, una delle migliori band svizzere: i Mama Rosin. Il loro sound punk-Cajun fonde la musica degli emigranti francesi della Louisiana con il garage rock.

I “Phoenix” sono una band francese indie pop di notevole successo internazionale, soprattutto negli Stati Uniti. Nel 2010 hanno vinto un Grammy per il Best Alternative Album. L’ultimo, Bankrupt!, pubblicato ad aprile, è stato registrato in studio a New-York e Parigi. La band è ora impegnata in un tour mondiale.

Sophie Hunger è una cantautrice svizzera di musica folk-pop-blues. Vive a Zurigo. Ha iniziato, da ragazza, con la musica hip hop e rhythm and blues. Poi si è avvicinata al rock e successivamente al country, al bluegrass e al folk. Cinque album all’attivo, l’artista svizzera sarà impegnata fino alla fine dell’anno in un tour europeo.

E poi c‘è anche un po’ di new wave dance con il gruppo “Shangaan Electro” dal Sudafrica. Il gruppo si è esibito al Village du Monde, spazio riservato a ospiti provenienti da una regione del mondo.

“Si scopre davvero la musica del mondo, ma la musica attuale, quella che vogliono i giovani, gli artisti che mescolano il loro folklore con il rock, l’hip hop, suoni elettronici – ha dichiarato il direttore del Festival, Jaques Monnier -. Vogliamo mostrare quello che i giovani fanno ora dall’altra parte del mondo”.

Afro-Beat dallo Zimbabwe con la band “Mokoomba”. Questi sei musicisti. vivono, esultano e esplodono sul palco.

E dopo 20 anni Neil Young è tornato al Paléo festival con i Crazy Horse.

Canadese, è stato uno dei fondatori del folk rock nordamericano. Da 50 anni la sua fiamma continua a bruciare e pare inestinguibile.