ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Specie minacciate: i programmi di salvaguardia in Usa e Australia

Lettura in corso:

Specie minacciate: i programmi di salvaguardia in Usa e Australia

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa è Suci, un rinoceronte di Sumatra di 9 anni, diretto discendente del rinoceronte lanoso vissuto durante l’Era glaciale.
E questo è Harapan, esemplare di 6 anni, fratello di Suci. E’ stato portato allo Zoo di Cincinnati da Los Angeles per un incesto programmato. Per gli specialisti questa sarebbe l’unica strada per salvare le specie in via di estinzione.

Secondo le ultime statistiche, restano solo un centinaio di esemplari di rinoceronti di Sumatra, nel Sudest asiatico. Un calo del 90% rispetto al 1980.

Alcuni però esprimono riserve sugli incesti: gli esemplari nati da consanguinei potrebbero non essere in grado di sopravvivere in natura.

Nel frattempo, lo zoo di Adelaide in Australia sta festeggiando alcune recenti nascite, parte di un progetto mirato a salvare il rettile più a rischio del Paese, la tartaruga di palude occidentale.

Si lavora su un programma di allevamento che incrementi il numero di esemplari, rimettendone alcuni in libertà. E pare che funzioni.

“E’ di vitale importanza quando si ha anche fare con una specie in via di estinzione rimettere alcuni esemplari in libertà e cercare di incrementare la popolazione – dice Bradie Durell, responsabile dei rettili nello zoo di Perth -. Al momento abbiamo alcune limitazioni circa i siti in cui possiamo rilasciarli. Molti stanno diventando sovraffollati. Ma stiamo facendo di tutto per trovarne altri”.

Ad Adelaide, la stagione riproduttiva è appena agli inizi. Le tartarughe adulte vengono pesate prima dell’accoppiamento.
Con i suoi 11 esemplari in cattività la struttura di Adelaide potrebbe unirsi al programma di allevamento più grande dello zoo di Perth.
Qui negli ultimi 25 anni sono nate 600 tartarughe. Circa 180 sono state rimesse in libertà.

Occorrono circa cinque mesi perchè le uova una volta deposte si schiudano. Poi le tartarughe verranno eventualmente trasferite a Perth e quindi rilasciate in mare.