ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina, formalmente incriminato l'ex leader comunista Bo Xilai

Lettura in corso:

Cina, formalmente incriminato l'ex leader comunista Bo Xilai

Dimensioni di testo Aa Aa

Dovrà rispondere di corruzione, appropriazione indebita e abuso di potere Bo Xilai, l’ex quadro del partito comunista cinese caduto in disgrazia l’anno scorso. Le accuse sono state formalizzate dalla procura di Jinan, nella provincia dello Shandong. Il processo, che potrebbe cominciare tra poche settimane, minaccia di esasperare le divisioni già esistenti tra le correnti interne al partito.

La moglie di Bo Xilai è già stata condannata per l’omicidio di un uomo d’affari britannico. Quanto a Bo, rischia una condanna all’ergastolo e addirittura la pena di morte, anche se quest’ultima è considerata poco probabile.

Zhang Lifan, storico e analista politico: “In un sistema in cui la corruzione è diventata la norma, qualunque politico che abbia la peggio in uno scontro tra poteri forti può essere accusato di qualcosa e di trovarsi coinvolto in un processo per corruzione. Ciò che sta accadendo in questi giorni significa solamente che la persona in questione ha perso la sua battaglia per il potere”.

Nella Cina del presidente Xi JInping, che ha inserito la lotta alla corruzione tra le sue priorità politiche, il processo di Bo Xilai è un passaggio delicato: dovrà servire da esempio, senza però spaccare il partito.