ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al Comic - Con "Gravity", il dramma fantascientifico di Cuaron

Lettura in corso:

Al Comic - Con "Gravity", il dramma fantascientifico di Cuaron

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato il Comic-Con di San Diego a ospitare la presentazione del dramma fantascientifico “Gravity”. Giunti alla convention l’attrice Sandra Bullock e il regista messicano Alfonso Cuaron, che ha diretto, prodotto, montato e sceneggiato la pellicola, in uscita a ottobre.

Protagonista, nel ruolo di astronauta, oltre a Sandra Bullock, George Clooney. La preparazione fisica della Bullock è durata oltre sei mesi, durante i quali l’attrice ha trascorso diverse ore in un cubo di 2m70 per 2m70 in grado di simulare l’assenza di gravità.

Quasi impressionata l’attrice alla sua prima esperienza spaziale: “Si impara che l’immaginazione è uno strumento molto importante – ha dichiarato -. Avevamo solo il suono. E’ stato fatto tutto a pezzi, fuori sequenza. Mi è stato detto ad esempio: . E occorre abbinare tutto. Altrimenti non potrebbe essere ben utilizzato nel film”.
“E’ vero, e credo che Sandra ci abbia messo anche tutto il suo background relativo alla danza – ha aggiunto Cuaron -. Doveva essere molto precisa, quasi come una ballerina”

Sandra Bullock interpreta un ingegnere biomedico alla sua prima missione spaziale, accompagnata dal veterano George Clooney, alla guida dello shuttle e al suo ultimo volo prima del ritiro. Durante una passeggiata spaziale di routine detriti investono la navicella, quasi distruggendola. I due astronauti si ritrovano completamente soli, con riserve limitate di ossigeno e senza alcun contatto con la Terra. Possono contare solo su se stessi.

Con un budget di circa 60 milioni di euro, Gravity è stato girato in digitale e poi convertito anche in 3D. Il regista Cuaron ha confermato che le scene nello spazio saranno senza suono, dato che, com‘è noto, non c‘è suono nello spazio.

Gravity aprirà la 70esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.